"Dadaismo"
  • Livello
  • unità archivistica
  • Numero definitivo
  • 42
  • Data
  • settembre 1957 - giugno 2003
  • Soggetto produttore
  • Soprintendenza alla Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea
  • Consistenza
  • docc.: 227+2dig.
  • Descrizione
  • 1. 39 ritagli stampa;8 estratti;1estratto(pag.2);1 estratto(pag.4);1estratto (pag.5);3 inviti; 1 invito con 1 foglio mobile;1 invito con 2 fogli mobili; 1 depliant +1copia;1 comunicato stampa;29 schede bibliografiche 2. 43 ritagli stampa;4 estratti;5 estratti (pag.2);1 estratto(pag.3);2 estratti in fotocopia (pag.3); 1estratto (pag.4); 9 inviti;2 depliant;1 modulo;15 schede bibliografiche 3. 39 ritagli stampa; 1 ritaglio stampa in fotocopia; 1 ritaglio stampa + una copia; 6 estratti; 1 estratto in fotocopia; 2 estratti in fotocopia (pag.2); 2 estratti (pag.2); 1 estratto (pag.73); 1 estratto (pag. 4); 1 comunicato stampa; 1 invito 4. 1 invito
  • Contenuto
  • 1. Si segnalano gli scritti "Col cavalluccio di legno sbaragliarono i borghesi", Gianni Toti, 1964 e "La scoperta del caso", Hans Richter, 1967. Si segnala inoltre la documentazione relativa alle seguenti mostre: "Dada in Italia :1916-1966", Milano, Civico padiglione d'arte contemporanea , 1966; "Dada: ieri,oggi, domani", Milano, Museo d'arte moderna, luglio-agosto 1966.
    2. Si segnala la presenza dei seguenti scritti: "Com'è divertente il niente", Arturo Schwarz, 1976; due scritti di Achille Perilli sul dadaismo del 1977; "La rivolta ideale del dadaismo", Alfredo De Paz, 1978; "Il dada è tratto", Arturo Schwarz, 1988; "In viaggio con dada", Alberto Arbasino, 1994. È presente inoltre documentazione relativa alle seguenti mostre: "100 opere dada", Padova, Galleria La Chiocciola, ottobre 1971; " Antologia dada", Roma, Galleria Pictogramma, marzo 1972; "Dada 1912-1925", Milano, Galleria Milano, 1977; "Il dada e il surrealismo rivisitati", Londra, Hayward Gallery, febbraio 1978 ; "Dada prima, dada, dada dopo", mostra itinerante, esposta fra il 1980 e il 1981 a Urbino, Novara e Milano; "Dadaismo e dadaismi. Da Duchamp a Warhol", Verona, Palazzo Forti, 1997. Si segnala infine la presenza di un modulo di adesione all' "Association pour l'etude du mouvement dada".
    3. Si segnala che in alcuni documenti la mostra "Dada. L'arte della negazione" è intitolata "Dada libertario e libertino" e che la documentazione è comprensiva di un estratto del 1994 che spiega le polemiche sulla nominazione della mostra che hanno avuto luogo fra i suoi curatori, Arturo Schwarz, Giovanni Lista e Rossella Siligato.
    4. Si segnala la documentazione della mostra "La riscoperta di Dada e Surrealismo", Roma Complesso del Vittoriano, 8 ottobre 2009.
  • Sottounità
  • 1. 1957-1967 2. 1968-2005 3. Mostra "Dada. L'arte della negazione", Roma, Palazzo delle esposizioni, (1994/04 - 1994/06) 4. 8 ottobre 2009 - 7 febbraio 2010
  • Unità di conservazione
    • tipo / valore scatola 9
    • Collocazione magazzini librari
    • Stato di conservazione buono
  • Immagini