"Bagutta-Spotorno "
  • Livello
  • unità archivistica
  • Numero definitivo
  • 4
  • Data
  • 27 dicembre 1938 - 26 febbraio 1964
  • Soggetto produttore
  • Soprintendenza alla Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea
  • Consistenza
  • docc.: 22
  • Descrizione
  • Ritagli stampa, estratti, schede bibliografiche
  • Contenuto
  • Il Premio "Bagutta-Spotorno" fondato nel 1938 da Orio Vergani viene sospeso nel 1939 a causa della guerra per essere ripreso nel 1958, in quest'occasione viene decretato vincitore Domenico Valinotti di Torino. Nel 1959 il premio viene allargato anche agli artisti internazionali e nel 1960 nonostante la morte di Orio Vergani il 5° Premio "Bagutta-Spotorno" viene assegnato ex aequo ai pittori Remo Brindisi di Roma e Guido Tallone di Milano. Nel 1962 in memoria del suo fondatore diventa Premio "Vergani-Spotorno" e accoglie pittori italiani e inglesi; così per la sezione britannica il primo premio viene attribuito a Philiph Sutton con il suo "Paesaggio Spagnolo" mentre il maggior premio del concorso viene consegnato all'italiano Orfeo Tamburi con "Il Porticciolo". Al 1963-64 risalgono i Premi "Bagutta-Orio Vergani per le arti figurative" per la 23° Biennale nazionale d'arte per il 1963 consegnati al prof. Enzo Morelli per la pittura e al prof. Floriano Bodini per la scultura.
  • Sottounità
  • 1. Bagutta-Spotorno, anni '30 - '40; 2. Bagutta-Spotorno, anni '50; 3. Bagutta-Spotorno, 1960; 4. Vergani-Spotorno, 1962; 5. Bagutta per le arti figurative, 1963-64
  • Unità di conservazione
    • tipo / valore scatola 1
    • Collocazione magazzini librari