Corrispondenza Comitato di Parigi
  • Livello
  • sottounità archivistica
  • Numero definitivo
  • 9
  • Data
  • 2 marzo 1933 - 14 dicembre 1936
  • Soggetto produttore
  • Maraini Antonio
  • Consistenza
  • docc.: 131 , cc.: 148
  • Descrizione
  • lettere, telegrammi, elenchi, cartolina, biglietti, busta da lettera
  • Contenuto
  • Il fascicolo contiene la corrispondenza tenuta con il comitato di Parigi per la mostra d'arte italiana del 1935, tra le lettere si conservano alcune inviate da M. Tozzi riguardanti le critiche alla mostra. Il fascicolo contiene inoltre la corrispondenza del 1933, anno in cui Tozzi, su proposta del conte Sarmiento, scrive a Maraini in qualità di commissario del Sindacato Nazionale Fascista Belle Arti della possibilità di organizzare una mostra franco-italiana a Parigi da tenersi presso gli spazi dell'accademia di Belle Arti, tuttavia il capo del governo non concede l'autorizzazione e decide di rimandarla. La mostra non si terrà neppure nel 1934, come documentato dalla corrispondenza di quell'anno, e verrà organizzata solo nel 1935 presso il museo Jeu de Paume.
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 2 mar. 1933, riguardante la volontà del conte Sarmiento di organizzare a Parigi una mostra franco-italiana dal 20 mag. al 5 set. da tenersi presso i locali dell'Accademia di Belle Arti, e la costituzione di un comitato direttivo di quattro persone: Maraini, Waldemar George, Tozzi e un artista francese ancora non scelto
    - Copia di lettera inviata a M. Tozzi, dat. 5 mar. 1933, con la quale si richiede che Sarmiento mandi una regolare proposta per la mostra franco-italiana
    - Lettera redatta in inglese di mittente non identificato, dat. 5 mar. 1933
    - Lettera di E. Sarmiento, dat. 11 mar. 1933, riguardante la mostra franco-italiana da tenersi nella primavera successiva e la costituzione del comitato, formato da Maraini, Tozzi, forse da Marinetti, da Waldemar George, Paul Fiérens, da Maximilien Gauthier, e probabilmente da Huyghe; a piè di pagina vi è una breve lettera di M. Tozzi, che scrive di proporre un altro membro al posto di Marinetti
    - Copia di lettera di M. Tozzi, dat. 18 mar. 1933. A. Maraini comunica che E. Bodrero vorrebbe che la pratica giungesse attraverso l'ambasciata d'Italia e il ministero degli esteri, anche per poter trovare i fondi con più facilità, e approva l'elenco degli artisti proposto da Tozzi, mentre non consiglia la presenza di F. T. Marinetti, per evitare di ritrovarsi un gruppo di futuristi in mostra
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 26 mar. 1933, con la quale Tozzi informa Maraini delle difficoltà incontrate per l'organizzazione della mostra perché la maggior parte degli artisti francesi che dovrebbero esporre non sono grate all'Accademia
    - Copia di lettera inviata a E. Bodrero, dat. 29 mar. 1933
    - Lettera di E. Bodrero, presidente della Confederazione nazionale sindacati fascisti professionisti e artisti, dat. 20 mag. 1933, nella quale si riporta la risposta del ministero delle corporazioni, che interpellato in merito alla mostra, dopo aver sentito il ministero degli affari esteri, riporta la decisione del capo del governo, il quale ha deciso che la manifestazione debba essere rinviata sine die
    - Copia di lettera inviata a E. Bodrero, dat. 30 mag. 1933, riguardante la mostra di Parigi da tenersi nell'inverno del 1934 preso il museo Jeu de Paume, diretto da A. Dezarrois
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 14 lug. 1933, riguardante la mostra del Jeu de Paume nella quale Tozzi esprime parere simile a U. Ojetti circa la necessità di inviate pochi artisti significativi ma con molte opere
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 11 ago. 1933
    - Lettera inviata ad A. Dezarrois, dat. 29 ago. 1933, con la quale si chiede conferma dell'invito che Dezarrois presenterà a settembre all'ambasciata d'Italia a Parigi per la mostra d'atrte italiana da tenersi al Jeu de Paume nei mesi di feb.-mar. del 1934
    - Telegramma in francese di A. Dezarrois, dat. 5 set. 1933
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 5 set. 1933
    - Copia di lettera inviata ad A. Dezarrois, dat. 9 set. 1933, riguardante l'autorizzazione del duce per la mostra parigina e le delucidazioni richieste da quest'ultimo circa l'altra mostra parigina presso la galleria Charpentier ospitante solo opere di artisti italiani residenti a Parigi
    - Lettera in inglese di Longden (dipartimento degli esteri), dat. 3 ott. 1933. Si danno notizie circa la possibilità di organizzare una mostra d'arte italiana a Londra con le stesse opere esposte al Jeu de Paume
    - Bozza di lettera in lingua inglese inviata a Longden [post 3 ott. 1933]. A. Maraini informa della necessità che ci sia un invito ufficiale da parte delle gallerie londinesi al fine di organizzare una mostra a Londra
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 12 ott. 1933
    - Telegramma di R. Paresce (ambasciata d'Italia), dat. 22 nov. 1933
    - Lettera di R. Paresce, dat. 23 nov. [1933], riguardante il direttore della Tate Gallery, Manson, e la mostra di Londra
    - Lettera in inglese di Longden, dat. 4 dic. 1933
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 8 dic. 1933
    - lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 29 dic. 1933
    - Copia di lettera inviata ad [A. Dezarrois], dat. 31 dic. 1933. A. Maraini scrive di condividere il dissenso nei confronti della mostra d'arte antica organizzata contemporaneamente a quella di arte moderna a Parigi
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 13 gen. 1934
    - Lettera inviata ad [A. Dezarrois], dat. 17 gen. 1934
    - Copia di lettera inviata da G. Balbino, dat. 23 gen. 1934
    - Lettera in francese dell'ambasciatore d'Italia in Francia, dat. 5 feb. 1934
    - Copia di telegramma inviato al conte De Chambrun, ambasciatore di Francia a Roma, dat. 7 feb. 1934, riguardante il rinvio della mostra di Parigi
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 9 feb. 1934. Dezarrois sostiene la necessità di mantenere la contemporaneità della mostra d'arte antica e di quella d'arte moderna, di rinviare la mostra d'arte moderna in autunno e di non rinviarla invece all'anno successivo,
    cioè al 1935
    - Copia di lettera inviata ad [A. Dezarrois], dat. 17 feb. 1934
    - Copia di lettera di G. Balbino, dat. 2 mag. 1934, su cui A. Maraini scrive di aver risposto che la mostra è prevista per la primavera del 1935
    - Lettera in francese di Huisman, direttore dell'accademia di Francia a Roma, dat. 14 mag. 1934
    - Lettera dell'avv. A. Malcagni, dat. 15 mag. 1934, riguardante il quadro di Poussin presso i Corsini
    - Elenco di artisti consegnato ad A. Maraini da A. Dezarrois a Venezia il 15 mag. 1934, dopo aver visitato la sessione italiana della Biennale per preparare una prima scelta di opere destinate alla mostra di Parigi
    - Lettera di Brunelleschi, dat. 21 lug. 1934
    - Copia di lettera inviata a Brunelleschi, dat. 23 lug. 1934. A. Maraini risponde riassumendo le vicende dell'organizzazione della mostra: A. Dezarrois aveva iniziato a parlare della mostra di Parigi dal 1932 e dopo tale proposta Maraini aveva subito comunicato la questione
    agli ambasciatori, al ministero degli esteri e al duce; tuttavia sorsero alcuni problemi poiché l'invito ufficiale della Francia rimase in giacenza presso il ministero degli esteri di Roma e contemporaneamente sorse l'idea di organizzare una mostra d'arte antica
    - Copia di lettera inviata a Huisman, direttore generale delle Belle Arti di Francia, dat. 1 nov. 1934, con la quale A. Maraini chiede doni tizie sulla mostra d'arte classica al Petit Palais e sulla mostra d'arte moderna al Jeu de Paume da tenersi tra apr. e giu. 1935
    - Lettera di Huisman, dat. 15 nov. 1934, con la quale si comunica che il progetto espositivo non è stato abbandonato e che verrà presto riunita la commissione
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 2 nov. 1934
    - Brochure della colazione offerta dal Comitato Italia-Francia il 10 dic. 1934 a Roma, gli invitati erano: la delegazione del comitato Italia-Francia, altre delegazioni, le ambasciate de
    Francia, l'Accademia d'Italia, il ministero degli esteri, il governatorato, la stampa, il comitato Italia-Francia
    - Lettera di A. Aniante, dat. 10 dic. 1934, con raccomandazione per T. de Vitis, lettera alla quale A. Maraini non ha risposto
    - Lettera in francese di M. Gery, dat. 16 gen. 1935
    - Lettera di A. Bossi (Società delle Nazioni, Istituto internazionale di cooperazione intellettuale), dat. 23 gen. 1935
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 28 gen. 1935
    - Copia di lettera inviata ad A. Dezarrois, dat. 10 feb. 1935
    - Copia di lettera inviata ad A. Dezarrois, dat. 20 feb. 1935
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 23 feb. 1935
    - Copia di lettera inviata ad A. Dezarrois, dat. 1 mar. 1935
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 5 mar. 1935. Tozzi si congratula per l'acquisto che il Duce ha fatto della scultura esposta da Maraini alla Quadriennale e spera che F. Carena durante la mostra
    parigina abbia il riconoscimento che si merita, scrive inoltre a proposito dell'affresco che sta preparando e dell'incontro con A. Dezarrois per discutere di A. Modigliani
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 22 mar. 1935
    - Copia di lettera inviata ad A. Dezarrois, dat. 2 apr. 1935, riguardante l'incontro di A. Maraini con il duce, l'artista Medici che minaccia di fare una mostra privata con altri artisti e il rifiuto del ministero di concedere la Paolina Borghese, il Dedalo e Icaro di Canova
    - Telegramma in francese di A. Dezarrois, dat. 5 apr. 1935, con il quale chiede che vengano spedite 4 fotografie
    - Copia di lettera inviata ad A. Dezarrois, dat. 9 apr. 1935. A. Maraini risponde di inviare subito le fotografie dell'800 e informa che per quelle del 900 si provvederà a farle a Milano quando le opere saranno radunate al Castello Sforzesco, invia inoltre un elenco con i dati
    biografici degli artisti e prega Dezarrois di non farne i nomi
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 9 apr. 1935, riguardante il cartello di Brunellesci; il colloquio con Medici, che non ha intenzione di organizzare una mostra di protesta; l'annullamento della
    mostra da Wildenstein; la conferma avuta da Dezarrois che il catalogo verrà stampato a Parigi e che perciò è inutile occuparsi della raccolta delle fotografie; le opere di de Pisis; il
    numero unico che la rivista "L'Amour de l'Art" (diretta da R. Hughes) vorrebbe dedicare alla mostra
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 16 apr. 1935
    - Copia di lettera inviata ad A. Dezarrois, dat. 20 apr. 1935, con la quale si comunica che le opere sono in viaggio per Milano, dove verranno revisionate per poi essere inviate a Parigi il
    30 apr.
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 17 apr. 1935. Tozzi scrive di inviare direttamente ad A. Maraini le fotografie delle opere proprie, di quelle di G. de Chirico e di F. de Pisis, e chiede di non
    aggiungere altri pittori residenti a Parigi rispetto a quelli già designati
    - Copia di lettera inviata a M. Tozzi, dat. 20 apr. 1935, con la quale si assicura che nessun altro artista verrà aggiunto e informa circa l'ultimo esame delle opere presso il Castello
    Sforzesco
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 21 apr. 1935
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 24 apr. 1935
    - Copia di telegramma inviato al prof. Derinalds della Galleria Borghese, dat. 29 apr. 1935, riguardante la fusione del bozzetto beniniano
    - Telegramma in francese di A. Dezarrois, dat. 29 apr. 1935. Comunica l'arrivo a Parigi di quattro casse di opere
    - Copia di lettera inviata a M. Tozzi, dat. 22 mag. 1935, riguardante varie questioni da risolvere
    - Telegramma in francese di Huisman, dat. 25 mag. 1935
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 3 giu. 1935
    - Lettera di Tozzi firmata da O. Dal Fabro (comitato Italia-Francia, exposition d'art ancien et moderne, bureau du Petit Palais), dat. 14 giu. 1935
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 15 giu. 1935, riguardante il catalogo e le critiche positive sull'opera di F. Carena comparse su "Temps"
    - Copia di lettera inviata da M. Tozzi, dat. 16 giu. 1935, riguardante l'art. su "L'Amour del'Art", le correzioni al catalogo, i cartelloni per la mostra e le fotografie da spedire a Tozzi
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 19 giu. 1935
    - Lettera inviata ad [A. Dezarrois], dat. 1 lug. 1935
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 23 apr. 1935
    - Telegramma di M. Tozzi, dat. 24 giu. 1935
    - Lettera in francese inviata dal segretario generale della riv. "L'Amour de l'Art" a M. Tozzi, dat. 25 giu. 1935, con busta da lettera
    - Lettera inviata a M. Tozzi, dat. 27 giu. 1935
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 28 giu. 1935, con la quale scrive ad A. Maraini di essere stato occupato con il suo terzo affresco "Il Paradiso" e di essersi comunque occupato della mostra
    del Jeu de Paume
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 1 lug. 1935
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 3 lug. 1935
    - Copia di lettera in francese inviata ad [A. Dezarrois], dat. 7 lug. 1935
    - Copia di lettera in francese inviata ad [A. Dezarrois], dat. 10 lug. 1935
    - Biglietto in francese di A. Dezarrois, dat. 15 lug. 1935
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 20 lug. 1935
    - Copia di lettera inviata a M: Tozzi, dat. 21 lug. 1935
    - Biglietto di G. Baradel, dat. 22 lug. 1935
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 22 lug. 1935
    - Telegramma di M. Tozzi, dat. 24 lug. 1935
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 24 lug. 1935, riguardante il lavoro di smobilitazione della mostra e gli acquisti
    - Telegramma di M. Tozzi, dat. 26 lug. 1935
    - Copia di telegramma inviato a Duliani del Petit Palais, dat. 26 lug. 1935, con il quale si chiede di spedire a Venezia 200 cataloghi della mostra al Jeu de Paume
    - Lettera in francese di R. Valland, dat. 29 lug. 1935
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 2 ago. 1935, riguardante la raccolta della rassegna stampa
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 3 ago. 1935, riguardante la raccolta della rassegna stampa e il cattivo stato dellle opere di Zandomeneghi, Ciardi, Canova; e il ritratto di donna
    di G. Severini e una natura morta di Tosi
    - Lettera inviata ad [A. Dezarrois], dat. 20 ago. 1935, riguardante l'acquisto e le donazioni al Jeu de Paume
    - Lettera in francese di A. Dezarrois [1935]
    - Elenco di opere, probabilmente copia dell'elenco delle opere da vendere allegato alla lettera inviata ad A. Dezarrois e dat. 20 ago. 1935
    - Biglietto in francese di R. Valland, dat. 3 ago. 1935
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 5 ago. 1935, riguardante l'art. uscito su "L'Amour de l'Art" e la richiesta d'invio di una fotografia dell'opera di M. Campigli per la rivista
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 8 ago. 1935
    - Lettera di R. Valland, dat. 8 ago. 1935
    - lettera di M. Tozzi, dat. 10 ago. 1935
    - Copia di lettera inviata a M. Tozzi, dat. 12 ago. 1935, riguardante la realizzazione di un opuscolo con la raccolta degli art. pubblicati riguardanti la mostra
    - Lettera in francese di R. Valland, dat. 14 ago. 1935
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 17 ago. 1935, riguardante l'opuscolo con la raccolta degli art. riguardanti la mostra al Jeu de Paume
    - Lettera di M. Tozzi, dat. 21 set. 1935, riguardante l'art. di C. Mauclair, quello di G. Pillement e quello di L. Fiumi
    - Copia di lettera inviata ad A. Dezarrois, dat. 22 nov. 1935, con la quale A. Maraini invia una copia della relazione presentata al sen Borletti sulla sezione d'arte contemporanea, il
    catalogo e le critiche sulla mostra
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 5 dic. 1935
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 29 set. 1936
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, dat. 14 dic. 1936, riguardante il busto di Stendhal e il S. Giorgio di A. Maraini
    - Nota in francese per il direttore del delle Belle Arti [1935 circa]
    - Cartolina in francese di miettente non identificato [1935 circa]
    - Bozza manoscritta riguardante la donazione del conte E. Sarmiento al museo di Grenoble di un gruppo di 22 opere di de Pisis, Tozzi, Prampolini, Fillia, Cascella, Corbellini, Fini e degli
    scultori Maraini, Pina e altri
    - Elenco di pittori dell'800 e del 900
    - Lettera inviata da Londra da mittente non identificato, s. d.
    - Lettera in francese di A. Dezarrois, s. d.
    - Lettera di M. Tozzi riguardante un riassunto delle critiche alla mostra che Tozzi vuole consegnare a Maraini e i pareri positivi ottenuti, s. d.
    - Lettera di M. Tozzi, s. d.
    - Lettera di M. Tozzi. s. d.
    - Lettera in francese di R. Valland, il quale ringrazia per l'inserzione del suo art. nell'album di articoli realizzato da A. Maraini, s. d.
  • Unità di conservazione
    • Stato di conservazione discreto
    • Note Si segnala: n. 1 copia della lettera di Huisman, dat. 15 nov. 1934.