"Felice Carlo A.(scrittore d'arte)"
  • Livello
  • unità archivistica
  • Numero definitivo
  • 726
  • Data
  • 5 aprile 1927 - luglio 1949
  • Soggetto produttore
  • Ojetti Ugo
  • Consistenza
  • docc.: 43 , cc.: 44
  • Descrizione
  • telegrammi, lettere, cartoline, biglietto, ritaglio di giornale
  • Contenuto
  • Sono presenti numerose lettere fra cui una, riguardante un libro in fase di preparazione per il quale C. A. Felice chiede di poter utilizzare alcune foto dell'altare di Sant'Ambrogio (Milano) che servirono per un articolo su Dedalo ed una, di risposta a tale richiesta dove Ojetti da l'autorizzazione a riprodurre la medaglia dell'Andreotti seguita da un'altra di ringraziamento; una lettera di ringraziamenti per un lusinghiero articolo pubblicato sul Corriere della sera riguardante il libro 'Oreficeria' di C. A. Felice; una dove si parla di una prossima mostra ed esposizione non specificate; una, ancora, dove si parla dell'idea di Ojetti di organizzare a Monza, per la prossima Biennale, una Mostra sui vetri antichi. In altri manoscritti si parla di un articolo richiesto a Felice da scrivere per Dedalo sui vetri; in un altro si parla di una lampada austriaca comprata da Ojetti per la quale si segnala un errore di prezzo e relative scuse e si cita anche qui l'architetto Ponti; un altro, ancora, in cui si parla del desiderio di Ojetti di scrivere un articolo sull'esposizione' sulla quale non compaiono altri dati. Altre lettere contengono: informazioni su Gerardi e sulla necessit√† di assegnargli oltre che il premio d'esecuzione anche quello d'arte; informazioni riguardo un articolo sui vetri d'arte moderni e delle foto attinenti; riferimenti ad un catalogo della Triennale; informazioni su un libro scritto da Felice di cui non compare il titolo; informazioni su l'organizzazione dell'Esposizione di Monza (Triennale); sulla data di inaugurazione della Triennale di Milano del 1933; sul 'Quaderno' dedicato alla Mostra dell'antica oreficeria italiana(1936); sulla scelta della collocazione della scultura del Berti come ornamento della sezione delle arti decorative e industriali moderne all'Esposizione di Parigi del 1937 e lettera indirizzata all'On. Prof. Antonio Maraini riguardante la scultura del Berti (busto) e sua spedizione per la Esposizione; riguardanti il ritratto della figlia di Ojetti modellato dal Berti; riguardanti l'arte decorativa e sulla richiesta di poter scrivere a riguardo sul 'Corriere della sera'; riguardanti la Mostra di architettura (VII Triennale di Milano) e sul relativo programma redatto da Piacentini, direttore dell'intera mostra, con i suoi aiuti qui citati; riguardante il programma della mostra di architettura, un articolo di Ojetti sul 'Corriere' ed in generale la VII Triennale di Milano; riguardante la questione della 'moda' da inserire nella Triennale; ed, infine, √® presente una lettera che trascrive un telegramma di Bianchini. Infine vi sono delle lettere, in cui non compare l'anno nella data, riguardanti: un articolo su 'Domus' per il quale servirebbe un libro pubblicato dalla Zanetti di Venezia con una prefazione di Ojetti; la Biennale; un articolo del Felice su 'Domus' e dei problemi relativi alla Biennale e al Consorzio; la conferma del Felice alla direzione amministrativa del Consorzio e a segretario del Direttorio (dell'Esposizione) come 'primo segretario'. Sono presenti anche due telegrammi di cui, uno di saluti dal consiglio della Biennale di Monza ed, uno sulla sistemazione dell'Esposizione di Monza in cui compaiono i nomi di Ponti e Sironi; un articolo di giornale sulla morte di C. A. Felice; cartoline di ringraziamenti ed ossequi.
  • Unità di conservazione
    • tipo / valore Cassetta 29
    • Collocazione deposito Archivio Storico
    • Note Sono presenti numerose lettere su carta intestata fra le quali due con 'La Fiera Letteraria'; altre con 'III Mostra Internazionale delle Arti Decorative', Villa Reale di Monza, maggio-ottobre 1927' ed immagine della Villa; altre con 'IV Mostra Internazionale d'arte decorativa e industriale moderna/Villa Reale di Monza', 1929; altre con 'IV Esposizione Internazionale delle arti decorative e industriali moderne Villa Reale di Monza', 1930, aprile-ottobre; alcune ancora con simbolo e con 'Triennale di Milano, Esposizione Internazionale delle arti decorative e industriali moderne e dell'architettura moderna, maggio-settembre' del 1933 e del 1936 la VI e la VII senza data; altre, infine, con stemma e con 'Commissariato generale per la partecipazione dell'Italia all'Esposizione Internazionale di Parigi del 1937'. Sono anche presenti due cartoline della 'III Mostra Biennale Internazionale delle arti decorative, 1927' di Monza, di cui una con l'immagine della Villa Reale di Monza ed una con un disegno.