"Giolli Menni Rosa (creatrice di stoffe impresse)"
  • Livello
  • unità archivistica
  • Numero definitivo
  • 876
  • Data
  • 22 marzo 1922
  • Soggetto produttore
  • Ojetti Ugo
  • Consistenza
  • docc.: 7
  • Descrizione
  • biglietto, lettere manoscritte, lettera dattiloscritta
  • Contenuto
  • Corrispondenza di Rosa Giolli Menni a Fernanda e Ugo Ojetti: cinque lettere, un biglietto da visita con annotazioni scritte a mano, una minuta di lettera scritta da Ojetti e indirizzata a Rosa Giolli (una lettera e un biglietto da visita sono indirizzati a Fernanda, quattro ad Ojetti).
    All'interno del carteggio, una lettera e un biglietto contengono affettuosi ringraziamenti a Fernanda Ojetti per il soggiorno trascorso a Firenze presso il Salviatino, residenza degli Ojetti, insieme al marito Raffaello Giolli. La signora Giolli Menni spedisce una bambola ed un cuscino eseguiti personalmente per Paola Ojetti per esprimere la sua gratitudine; nella stessa lettera del '22 si fa riferimento al lavoro della signora per Venezia, molto probabilmente per la XIII Biennale. Il resto delle lettere sono indirizzate ad Ugo Ojetti; alcune di queste sono richieste d'aiuto per lo sviluppo dell'attività della signora in Italia e all'estero; viene richiesto ad Ojetti di scrivere una presentazione del lavoro fatto dalla signora.
    Nella lettera datata Milano 14 maggio 1927, indirizzata al critico, la Melli richiede l'intervento di Ojetti per dirimere una questione inerente il suo lavoro di arredatrice di un club di giornalisti milanesi chiamato "La penna d'Oro". La Menni scrive: "[…] poiché mi par giusto che un lavoro di questo genere abbia una omogeneità di stile ne ho parlato con … Ponti perché sarebbe bene fare insieme il lavoro ed Egli mi disse di parlarne a Lei unica persona che potrebbe con la sua autorità prendere la cosa nelle mani[…] Prendo l'occasione scrivendole di informarla di come andò che a Lipsia io non esposi nulla malgrado il mio nome figuri in catalogo. La Sig. Sarfatti mi [mandò?] a suo tempo con una cortese lettera ma poi non seppi più nulla e date le gravi occupazioni del trasloco non me ne potei interessare. Questo Le dico perché Mazzucotelli mi pregò di scriverle chiarimenti in merito."
    Una missiva dattiloscritta, non firmata, su carta intestata dell'Enciclopedia Italiana è indirizzata alla signora Giolli Menni, molto probabilmente spedita da Ojetti. In questa lettera la Giolli Menni viene incaricata di curare la voce "Batik" sull'Enciclopedia Italiana, voce che recherà la sua firma; le viene comunicato anche il compenso per il suo incarico che ammonterebbe a centocinquanta lire. Nell'ultima lettera sono contenuti i ringraziamenti della signora ad Ojetti per l'incarico ottenuto alla Treccani.
    Tutte le lettere sono scritte da Milano.
  • Unità di conservazione
    • tipo / valore Cassetta 36
    • Collocazione deposito fondi storici
    • Note Alcune lettere della signora Giolli Menni sono scritte su carta intestata "Le stoffe della rosa", con il nome della signora, l'indirizzo del laboratorio e dell'abitazione. La carta intestata è caratterizzata da un grande stemma che ritrae all'interno di un ovale un fiore stilizzato, con l'indicazione della Medaglia d'oro ricevuta all'Esposizione internazionale d'arte decorativa, tenutasi a Parigi nel 1925.
  • Immagini