"Duse Eleonora"
  • Livello
  • unità archivistica
  • Numero definitivo
  • 1118
  • Data
  • 1892 - 17 settembre 1934
  • Soggetto produttore
  • Ojetti Ugo
  • Consistenza
  • docc.: 36
  • Descrizione
  • lettere, biglietto da visita, buste da lettera, telegrammi, fotografie, cartolina, libretto teatrale, fascicolo, ritaglio stampa
  • Contenuto
  • Corrispondenza di Eleonora Duse a Ugo Ojetti: otto lettere ad Ojetti, una lettera a Gabriele D'Annunzio, un biglietto da visita, otto buste da lettera, sette telegrammi, due fotografie, una cartolina, un libretto teatrale, un fascicolo intitolato "Recite straordinarie di Eleonora Duse", un ritaglio di giornale che riproduce il manifesto della rappresentazione teatrale "Spettri", un ritaglio stampa.
    In alcune lettere si fa riferimento alla richiesta da parte della Duse di cambiare il terzo atto di un'opera che dovrà recitare. In un'altra lettera (s.d.) chiede di poter recitare un "lavoro che porta un titolo luminoso "L'inutilità del male". Tre lettere sono scritte da Berlino. Nella lettera scritta a D'Annunzio (il timbro postale la data al 9 gennaio 1904), dai toni molto accesi, constata amaramente la rottura del rapporto col poeta, concludendo: "Ricordati, un giorno, che profondo amore è quello che lo dona altrui!".
  • Unità di conservazione
    • tipo / valore Cassetta 40
    • Collocazione deposito fondi storici
    • Note Due lettere e le due relative buste sono intestate "Palace Hotel Milano". La cartolina ha per soggetto un ritratto fotografico della Duse, ritratta anche in una delle due fotografie (si segnalano annotazione a matita sul retro: Asolo 17/09/1934), mentre la seconda, di piccole dimensioni ritrae l'attrice accanto a due donne (sul verso della fotografia è scritto: Eleonora Duse, Matilde Serao, Signora Tosti); si segnala una lettera di Helene Oppenheim e una di Nullo Musini (s.d.) con allegata una lettera ritrovata nel carteggio di Romualdo Bonfadini del 1892.
  • Immagini