"1931"
  • Livello
  • unità archivistica
  • Numero definitivo
  • 24
  • Data
  • 05 gennaio 1931 - 31 dicembre 1931
  • Soggetto produttore
  • Bragaglia Anton Giulio
  • Consistenza
  • docc.: 205 , cc.: 248
  • Descrizione
  • 2 permessi; 44 lettere manoscritte, 3 buste; 1 elenco manoscritto di nomi con commenti; 95 lettere dattiloscritte, 6 buste; 6 telegrammi dattiloscritti; 1 parte finale di una lettera manoscritta; 1 trascrizione manoscritta; 2 bigliettini da visita, 1 busta; 6 note dattiloscritte; 5 ritagli stampa; 6 ricevute di pagamento; 1 programma dattiloscritto; 10 moduli dattiloscritti; 1 appunto manoscritto; 5 minute dattiloscritte; 3 estratti conto; 3 biglietti manoscritti; 1 cartolina illustrata; 1 distinta di pagamento, 1 busta, 5 cartoline postali manoscritte; 1 minuta dattiloscritta di telegramma; 1 cartolina postale dattiloscritta; 1 statuto dattiloscritto; 1 biglietto dattiloscritto; 1 ordine del giorno dattiloscritto; 1 fattura
  • Contenuto
  • Carteggi probabilmente del 1931, ma privi di anno di: Eduardo Mallea, Manuel Gálvez, Sandro Sandri, Picasso
    Un permesso dell'Internationale Stiffung Mozarteum.
    Un elenco di nomi con commenti a cui inviare un libro.
    Trascrizione del testo di Friedrich Sieburg dal titolo "Che cosa fu per noi Max Reinhardt".

    Carteggi completi di anno di riferimento di: Umberto Clementelli, Giovanni Comisso (2 lettere), Ortiz Echagüe direttore di «La Nacion« di Buenos Aires, Libreria Tirelli di F. Guaitolini, il direttore di Editoriale italiana contemporanea, Bianca Clementelli Bragaglia con allegata una sua lettera a Giuseppina Pelonzi Bragaglia, Anita (13 lettere), Anita Pittoni (1 telegramma), Amedeo Maiuri soprintendente alle antichità della Campania e del Molise, Vinicio Salati con allegati note e ritagli stampa su Sonja Markus, Katia ?, Melchiorre Melchiori segretario della Federazione Nazionale sindacati fascisti del teatro e del cinematografo (4 lettere, 1 telegramma), Cesare Maccari, Otty Noceti (1 lettera, 2 buste da lettera), Mario ?, Désirée Linen, Nicolay Diulgheroff, G Giacompol, Società anonima Stefano Pittaluga, PittaCines (3 telegrammi), Stabilimenti Cines (9 lettere, 10 moduli per comunicazioni interne, alcune con le modifiche alla sceneggiatura), Mario Parpagnoli, Rubbiani, «Gazzetta del Popolo» (2 lettere), Ambasciata della Repubblica Argentina, Martin C. Noel, César Cattedra, Guido Beer il capo di gabinetto della Presidenza del Consiglio dei ministri (3 lettere), Silvio D'Amico, Gino Pierantoni presidente della Corporazione dello Spettacolo (15 lettere, per lo più di convocazione del Consiglio della Corporazione dello Spettacolo e 1 ordine del giorno), Umberto Callegari commissario del Gruppo nazionale fascista proprietari spettacoli viaggianti, Emilio Pettoruti (3 lettere), L. Cambisa della Casa del Libro, Corrado Alvaro, Elio ? del Ministero degli affari esteri, Alessandro Sardi presidente dell'Istituto Luce, Charlotte Bara (2 lettere, ad una manca l'allegato), Ezio Maria Gray, Gastone Gorrieri direttore di «Il Secolo - La Sera», Alfonso Reyes, Vincenzo Buronzo presidente dell'Ente nazionale per l'artigianato e le piccole industrie, Marcello Gallian direttore della «Gazzetta Romana», Ronald de Carvalho (1 lettera, 1 biglietto), Virginio Gayda direttore di «Il Giornale d'Italia», Lamberti Sorrentino, Vincenzo Spinelli, Fred A. Angermayer, Aillano della Società italiana del teatro drammatico, Carmelo Baffa, Sandro Sandri, Giovanni Preziosi direttore di «La Vita italiana», Gesualdo Manzella Frontini, Gino Carabba editore (1 lettera, 1 cartolina), Giuseppe Prezzolini, Augusto Turati direttore di «La Stampa», Duchartre, Richard Lindner, Paolo Orano, G. Pedrazzini (2 lettere), Enrique Mendez Calzada, Ida di Carpegna, Ernesto Murolo, Gherardo Casini direttore di «Il Lavoro fascista», Crispolto Crispoldi direttore di «Il Messaggero», Guglielmo Giannini, Ardengo Soffici, il direttore dell'Istituto internazionale per la cinematografia educativa (ICE), Nino Frank, «France-Italie Théâtre» (3 lettere), Gaspare Casella (2 lettere), Henri Brochet, Rizzoli & C. anonima per l'arte della stampa (4 lettere), Faral redattore capo di «Lo Sport fascista» (2 lettere), Giuseppe Pedalino direttore di «Arethusa», Francesco Manelli di «Kinema», Edizioni Vitagliano, Paolo De Cristoforo, Francesco Sapori commissario ministeriale del Sindacato autori e scrittori del Lazio (2 lettere), Attilio De Angelis (2 lettere), Carlo Alberto Cappelli (2 lettere), Guido Ruberti direttore di «Rassegna della istruzione artistica», Dino Alfieri, Alfredo Luciani, mamma Luciani (2 cartoline), Carletto Thieben, Lidia Ivanova, Aldo Borelli direttore del «Corriere della sera», A.O. Roberts, Franco Campitelli Editore Foligno con allegato estratto conto dell'opera "La maschera mobile", Renato Trevisani, Ugo Ojetti, Enrico Beretta direttore generale dell'Opera nazionale dopolavoro, Lorenzo Gigli direttore di «Illustrazione del Popolo», Marco Luigi Poli di «La Rivista illustrata del Popolo d'Italia»

    Lettera di Giuseppe Valignani Di Turri, segretario particolare del Ministro delle Corporazioni, a Giovanni Battista Angioletti.
    Ricevute di pagamento dell'amministrazione Zevi Sonnino di Roma.
    Programma di danza di Helba Huara.
    Appunto di Bragaglia con allegate 2 note dattiloscritte con inizio e fine della lavorazione e note giornaliere di lavorazione per le riprese del film "Mare" poi "Nostalgia del mare"; appunti sulla sceneggiatura di "Mare" e modifiche suggerite dalla direzione della produzione degli Stabilimenti Cines.
    Minute di Bragaglia alla direzione della produzione degli Stabilimenti Cines, ad un avvocato, a Carli, a Giovannetti, a Gasparino e cartolina di Bragaglia a Fulvia Giuliani.
    Estratti conto.
    Lettera di Fernando Ferminelli a signora non identificata.
    Distinta di pagamento di «Il Lavoro fascista».
    Statuto della Prima mostra di scenotecnica.
    Fattura per conto assoluto di volumi.

    Argomenti trattati: questioni editoriali e pubblicistiche, rapporti amicali, questioni artistiche e teatrali.
  • Unità di conservazione
    • tipo / valore Faldone 4
    • Collocazione deposito fondi storici
    • Stato di conservazione buono
    • Note Per l'allegato mancante alla lettera di Charlotte Bara del 30 novembre 1931 cfr. il fascicolo "Danzatori e danzatrici 10" della serie £Scritti", dove è conservato l'articolo di Bara sul danzatore Raden Mas Jodjana.
  • Immagini