"1934"
  • Livello
  • unità archivistica
  • Numero definitivo
  • 27
  • Data
  • 04 gennaio 1934 - 31 dicembre 1934
  • Soggetto produttore
  • Bragaglia Anton Giulio
  • Consistenza
  • docc.: 148 , cc.: 170
  • Descrizione
  • 38 lettere dattiloscritte, 1 busta; 8 minute dattiloscritte; 59 lettere manoscritte, 4 buste; 8 cartoline postali manoscritte; 10 foto in b/n; 7 cartoline illustrate manoscritte; 3 cartoline postali dattiloscritte; 1 regolamento dattiloscritto; 1 ritaglio stampa; 5 biglietti manoscritti; 2 appunti manoscritti; 1 telegramma manoscritto; 1 biglietto postale manoscritto; 1 contratto dattiloscritto; 1 bigliettino manoscritto; 1 lettera di convocazione dattiloscritta; 1 circolare dattiloscritta
  • Contenuto
  • Carteggi di: Willi Baumeister, Giacomo Piccolo (1 lettera, 1 cartolina), Attilio Cavallini (2 lettere), Silvio Polloni, Roberto Marcello Baldessari (Iras) (3 lettere), Carlo Dalla Zorza (2 lettere, 1 cartolina), Mino Strada, Francesco Di Terlizzi, Ettore Beraldini, Paolo Allegri, Xavier Villaurrutia, Lilian Harmel (allegate 10 foto, 2 lettere, ritaglio stampa), Maria De Maria (2 lettere, 1 cartolina, 1 bigliettino), Orlando Grosso, Ettore Petrolini (2 cartoline), Angelo Fortunato Formiggini, Mario Mascarin, Pino Bernasconi, María Rosa Oliver (2 lettere), Alberto Andrullo, Maria Lupieri, Camillo Marchi, Giuseppe Trecca di «Il Lavoro fascista», Co[...] pittore o pittrice triestina, Francesco Pagliazzi (allegato regolamento sottoscritto per esporre al Bragaglia fuori commercio, 4 lettere), Carlo Castello [Lo...], Asvero Gravelli direttore di «Ottobre», non identificato da Hannover, Adriano Lualdi (2 lettere), Francesco Pero direzione amministrativa di «Ottobre», Luigi Epifanio (2 lettere), Mantero stamperia di Tivoli, Nardo Pajella (3 lettere), Fausto Torrefranca, Orazio Amato, Vittorio Viviani, Mario Gentilini (2 lettere), Biblioteca nazionale austriaca, G. di San Lazzaro, Emilio Re soprintendente dell'Archivio di Stato di Napoli, Luigi Ferrari direttore della Biblioteca nazionale di S. Marco di Venezia, Société des amis de la Bibliothèque nationale et des grandes bibliothèques de France (2 lettere), Francesco [Mardroni] corrispondente da Parigi di «La Tribuna», Fracchia di «L'Italia letteraria», il reggente dell'Archivio di Stato di Parma, Biblioteca-Museo dell'Opera di Parigi, Edvige Campogrande, Libero de Libero, Giovanni Masi direttore della Biblioteca Palatina di Parma (2 lettere), Augusto [illegibile], Eugenio Rigi Luperti podestà di Urbino, Giovanni Bandieri, Marcello Pisseri, [Pera...], Battali, Ugo Astarita (3 lettere), Antonio Conti (1 lettera, 1 telegramma), Bruno Gherri- Moro, Alfonso Amorelli, Marcello Avenati (2 lettere), Provenzano per il direttore dell'Archivio di Stato di Modena, Arturo Cussigh, Antonio Panella direttore dell'Archivio di Stato di Firenze, Pippo Giuffrida, Giovanni Barbisan, Mario Cortiello, Guido Gonzato (3 lettere), Mary C. Crocetti, Lorenzo Carrà, Guglielmo Ghini (2 lettere), periodico «Eva», Paolo Raviglia per Marta Palmer (2 lettere), Ufficio nazionale di collocamento per lo spettacolo con allegato il contratto tra Bragaglia e la Compagnia Palmer di Marta Palmer, [Ceronio], Antonio Maraini (1 biglietto, 1 lettera), Guido Salvini del Sindacato nazionale fascista degli scenotecnici, Ugo Ojetti, Luigi Fioravanti, Vincenzo Giocoli (scrive in calce alla lettera di G. Giacompol a lui indirizzata), Marta Palmer, Paulucci di Calboli Barone presidente dell'Istituto Luce, Attilio Podestà, Institut de la renaissance littéraire, convocazione della Regia Accademia di Santa Cecilia / Scuola nazionale di cinematografia, Adolfo Levier, Renato Grego Mayer, Segretariato generale del Consiglio nazionale del Ministero delle Corporazioni, Casa editrice Ceschina, Celestino Celestini, Kathleen D. Hurat, Giulia Zeisel Ciampolini, Guido Marussig, Clara Bragaglia Gasbarra a Giuseppina Bragaglia, Luigi Andrea Rossi.

    Minute di Anton Giulio Bragaglia a una signorina non identificata, ad Alessandro Pavolini, ad Adriano Lualdi, a Conti
    Minuta incompleta ad Adriano Lualdi e minute ad Asvero Gravelli, a Melchiori e poi nome cancellato (su carta intestata il segretario del Comitato nazionale fascista scenotecnici).
    Minuta di Anton Giulio Bragaglia a Gravelli (su carta intestata «Thespis»).

    Argomenti trattati: questioni artistiche in merito all'organizzazione di mostre, ricerche bibliografiche e iconografiche su scenotecnica, questioni teatrali.
  • Unità di conservazione
    • tipo / valore Faldone 6
    • Collocazione deposito fondi storici
    • Stato di conservazione buono
    • Note Alcune lettere sono indirizzate a Bragaglia in quanto segretario del Comitato nazionale fascista scenotecnici.
  • Immagini