Dorazio Piero
  • Livello
  • unità archivistica
  • Numero definitivo
  • 22
  • Data
  • 1955 - 2009
  • Soggetto produttore
  • Coccia Mara
  • Consistenza
  • docc.: 223 , cc.: 295
  • Descrizione
  • Sottofascicolo 1: 1 fascicolo, 1 invito, 1 testo, 3 pieghevoli, 1 foto, 1 cataloghino, 3 fotocopie, 1 pieghevole, 1 pieghevole, 3 cartoline-invito, 5 fogli, 4 cartoline, 5 fogli, 7 fotocopie, 1 testo, 2 fotocopie, 1 busta, 15 fogli, 1 annuncio, 1 inserto, 1 giornale, 1 manifesto piccolo, 1 cartellina Sottofascicolo 2: 1 busta, 10 provini fotografici, 51 foto b/n Sottofascicolo 3: 1 busta, 1 raccoglitore di foto, 28 photocolor, 22 foto, 3 cartellini 1 busta. Sottofascicolo 4: 3 pieghevoli, 11 cartoline, 1 foto, 1 busta
  • Contenuto
  • Sottofascicolo 1:
    "Dorazio documentazione":
    - fascicolo con biglietto da visita manoscritto da Roberto Tana e indirizzato a Mara Coccia relativo all'autenticazione di alcune opere dell'artista; una mail inviata da Mara Coccia a Paola Rappolli (13 novembre 2009) relativa alla suddetta autenticazione; due copie dell'autenticazione (14 novembre 2009) delle opere "Lacuna" (1971), "Macchie III" (1979), "Fontainebleau" (1988), "Instrumentum Regni" (1989) di Piero Dorazio, inviata da Mara Coccia a Roberto Tana; un foglio di appunti su carta intestata "Prof. Dott. Roberto Tana" relativo alle opere suddette; un foglio relativo all'opera "Macchie III".
    - Cataloghino della mostra "Piero Dorazio carte 1959-1973" inaugurata il 7 febbraio 1974 allo Studio Marconi di Milano
    - Depliant pubblicitario del libro su Piero Dorazio di Eugène Ionesco, edizione Erker-Presse del 1981;
    - Cataloghini di mostre di Dorazio tutte presso la Erker-Galerie, St. Gallen: "Werke 1978-1980" tenutasi dal 7 febbraio al 16 maggio 1981, "Bilder 1982-1985" tenutasi dal 8 giugno al 7 settembre 1985 e "Bilder 1989-1990" tenutasi dal 30 giugno al 29 settembre 1990 con all'interno un testo introduttivo dell'artista intitolato "L'ombra ladra - Der diebische Schatten" e foto di Vincenzo Pirozzi. Fotocopia dal dattiloscritto intitolato "L'ombra ladra" tradotto in italiano
    - Pieghevole della mostra "Piero Dorazio Gemalde" tenutasi dal novembre 1981 al febbraio 1982 presso la Galleria Von Braunbehrens di Monaco;
    - Pieghevole della mostra di Dorazio "Aquarelle 1954-1982" tenutasi dal 5 luglio al 4 settembre 1982 presso la Galerie im 2. Stock, St Gallen.
    - 3 cartoline-invito della mostra "Dorazio" tenutasi dal 4 aprile al 5 maggio 1987 presso la Galleria d'Arte Niccoli (dal 1986 anche Centro Culturale Arte Contemporanea Italia-Giappone).
    - Pieghevole dell'esposizione tenutasi dal 3 ottobre al 9 novembre 1988 presso la sede dell'amministrazione principale delle Ferrovie Federali tedesche a Francoforte;
    - Pieghevole della mostra "Bilder 1982-1989" tenutasi presso la Galleria Karin Fesel di Dusseldorf dal 21 ottobre al 30 dicembre 1989;
    - Pieghevole della mostra "Olii e opere su carta 1961-1965" presso la Galleria "Il segno" dal 3 maggio 1990;
    - Pieghevole di invito all'inaugurazione della mostra "Gli anni '60 di Piero Dorazio" tenutasi il 25 aprile 1992 presso la Galleria Dino Caròla, Napoli.
    - Foto dell'opera di Piero Dorazio "Comtrart II" del 2003.
    - Pieghevole di invito alla presentazione del libro "Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004" tenutasi il 25 novembre 2005 presso la Sala delle Colonne di Palazzo Reale, Milano.
    - Invito alla mostra "Piero Dorazio ad maiora" tenutasi dal 25 novembre 2005 al 14 gennaio 2006 presso la Galleria d'Arte Lorenzelli, Milano (all'interno un testo con breve descrizione della mostra).
    - Testo dattiloscritto dell'artista "Il mio Cinque Maggio".
    - Cartolina intestata all'Associazione Mara Coccia via del Vantaggio 4 con sul recto disegno di Dorazio
    - 2 fotocopie di cui una di un articolo del "Corriere della Sera" (1 agosto 1986) intitolato "Campa pittor, che l'asta cresce..." a cura di Dorazio e una di un articolo dello stesso quotidiano (20 agosto 1986) intitolato "Ma le mostre devono servire all'arte o a promuovere il turismo?" a cura di Dorazio
    Manifesto della mostra dell'artista tenutasi dal 31 ottobre al 28 novembre 1986 alla Gallery FACE di Tokio
    - 5 fogli dattiloscritti di cui 4 relativi alla vendita e all'acquisto delle opere dell'artista da parte di Mara Coccia e 1 con una lettera (4 maggio 1990) inviata da Piero Dorazio a Mara Coccia e relativa al mancato versamento della ritenuta d'acconto di lire 1.995.000.
    - Pieghevole in bianco della Galleria Arco d'Alibert; sul fronte a matita rossa è riportata la scritta "Dorazio".
    - 4 cartoline inviate dall'artista a Mara Coccia.
    - 5 fogli di cui 3 con liste di opere e prezzi, 1 di appunti e 1 con una lettera manoscritta da Piero Dorazio (datata 1977) e indirizzata a Mara Coccia in cui si allude a una vecchia lettera di Severini che, a detta dell'artista, sarebbe stata "da leggere con discrezione".
    - 5 fotocopie di cui 4 (duplice copia) relative al testo "La linea astratta dell'incisione italiana" e 1 con un articolo del "Corriere della Sera" (10 aprile 1988) intitolato "Pochi giovani alla Biennale", a cura di Piero Dorazio.
    - Testo di una lettera dattiloscritta (13 aprile 1988) indirizzata a Giovanni Carandente da Piero Dorazio, relativa al suddetto articolo sulla Biennale che, a detta dell'artista, suscitò "tanto scompiglio".
    - 2 fotocopie di cui 1 di un articolo del "Corriere della Sera" (12 giugno 1988) intitolato "Li accomunava la parola dipinta. 'Antologiche' di Gastone Novelli e Achille Perilli a Roma" a cura di Sebastiano Grasso e 1 di un articolo dello stesso quotidiano (9 ottobre 1988) intitolato "Se l'immagine viene distorta" a cura di Piero Dorazio.
    - 1 busta con all'interno 1 cartolina (sul fronte l'opera di Dorazio "Aquatinte", 1989) indirizzata dall'artista a Mara Coccia.
    - 15 fogli di cui 11 fotocopie di testi dattiloscritti con elenco di nomi e indirizzi, 1 con una lista di opere di Dorazio per la mostra inaugurata presso la Galleria Mara Coccia in data 5 maggio 1989 e 3 fotocopie di testi dattiloscritti con elenco di nomi e indirizzi.
    - Annuncio della costituzione dell'Archivio Opera Piero Dorazio (s.d.).
    - Ritaglio stampa da inserto de "la Repubblica" (15-21 maggio 2003) al cui interno è presente un trafiletto relativo alla suddetta mostra.
    - Pagina de "Il Giornale dell'Arte" (N.221, maggio 2003, p.58) con pubblicità alla suddetta mostra.
    - Manifesto piccolo della mostra "Piero Dorazio" tenutasi dal 22 aprile al 22 giugno 1989 presso la Galleria L, Locarno.
    - 2 fotocopie relative a un articolo dell'"Avanti" (11 giugno 1989) intitolato "Piero Dorazio: 'Togliatti non capì neppure la pittura'" a cura di Sandra Giannattasio.
    Cartellina con all'interno 4 fogli, di cui 3 relativi alla mostra "la misura italiana" tenutasi presso lo Studio d'Arte Erica Ravenna Fiorentini (1992) e 1 datato 1992 relativo alla consegna di tre opere con valore di ricevuta alla signora (presumibilmente) Marcegestani del Comune di Favignana.
    - Pieghevole relativo alla collaborazione di Dorazio con la ditta "Bisazza mosaico"; sul fronte un testo dell'artista "Piero Dorazio e la decorazione musiva computerizzata".
    - Catalogo "Artep/art in carpet" un progetto nel settore del tappeto orientale d'antiquariato con la presentazione dei lavori di Piero Dorazio/Colore d'Oriente.

    Sottofascicolo 2:
    "Dorazio foto bianco e nero":
    - Busta con 8 negativi.
    - 10 provini fotografici di cui 2 con foto-ritratti e paesaggi e 8 con Piero e Mara nello studio dell'artista.
    - 51 foto in b/n di cui 20 relative all'inaugurazione della mostra di Achille Perilli e Piero Dorazio "Colore come struttura" tenutasi presso la Galleria delle Carrozze nel 1955; 29 con riproduzioni delle opere dell'artista e 2 foto dell'artista.

    Sottofascicolo 3:
    "Dorazio colore diapositive e stampa":
    - Cartellina con negativi delle foto dell'artista nel suo studio con Mara Coccia.
    Raccoglitore con le suddette foto.
    - 28 photocolor, di cui 7 grandi, relativi alle opere dell'artista.
    - 22 foto di cui 7 relative alle opere dell'artista e le restanti relative ad un evento con Renzo Arbore e il suo gruppo.
    - 3 cartellini con l'intestazione della Galleria Mara Coccia, nella sede di Via del Corso 530, relativi all'esposizione di opere di Dorazio ("Instrumentum Regni", "Souper de Beaucaire", "Fontainebleau" esposte dal 5 maggio al 15 giugno 1989.

    Sottofascicolo 4:
    - busta con un provino fotografico dell'artista nello studio; 1 fotocopia di articolo del giornale "Itinerario Lazio" (Anno X, N.6, giugno 1989) intitolato "Piero Dorazio", a cura di Stefania Severi; 1 autenticazione dell'opera "Lacuna" del 1971, firmata dall'artista in data 11 giugno 1990; 2 negativi delle foto delle opere dell'artista.
    - 1 pieghevole della mostra "Acquarelli e Ceramiche", tenutasi dal 10 aprile al 3 maggio 1986, presso il Palazzo Bonucci di Perugia; 1 invito alla mostra "Dorazio", curata da Adachiara Zevi, tenutasi dal 19 ottobre al 1 dicembre 1985, presso la Loggetta Lombardesca di Ravenna; 1 invito di Anna e Franco Pauluzzi a una cena insieme all'artista in occasione della mostra antologica di Piero Dorazio alla Galleria nazionale d'arte moderna di Roma; 1 invito alla mostra "Ad Villam" tenutasi dal 22 giugno al 6 agosto 1989 nelle Sale della Cannoniera della Rocca Paolina a Perugia.
    - 7 cartoline spedite da Dorazio a Mara Coccia, 1 biglietto
    - 1 foto b/n dell'artista scattata da Agnese De Donato.
    - 4 biglietti: 2 stampe, 1 incisione, 1 acquerellato.
  • Sottounità
  • 1. Dorazio documentazione (doc 63) 2. Dorazio foto bianco e nero (doc 63) 3. Dorazio colore diapositive e stampa (doc 74) 4. Varie (doc 22)
  • Unità di conservazione
    • tipo / valore Faldone 9
    • Collocazione deposito fondi storici
    • Stato di conservazione buono
    • Note I 4 biglietti: 2 stampe, 1 incisione, 1 acquerellato sono conservati nella Cassettiera 3/2.
  • Immagini