Carla Lonzi
  • Livello
  • fondo
  • Data
  • 1942 - 2003
  • Descrizione fisica
  • metri lineari 5,14: docc. 5253, cm lineari 32, album 3, pubbl. 149
  • Soggetto conservatore
  • Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea
  • Soggetto produttore
  • Lonzi Carla
    Lonzi Marta
  • Storia archivistica
  • Il materiale era presso l'abitazione umbra di Battista Lena. Si presentava contenuto in quattro scatoloni senza un ordinamento precostituito. Un primo elenco di consistenza è stato stilato da Annarosa Buttarelli e Clementina Conte dopo il deposito delle carte, prendendo visione della documentazione ed annotando in modo sistematico il contenuto. Battista Lena aveva ricevuto i documenti della madre dalla zia Marta Lonzi, che alla morte di Carla si era prodigata nel custodire e promuovere la figura della sorella, anche attraverso le attività della casa editrice Rivolta femminile. Parte della documentazione conservata si può dunque chiaramente ricondurre alle attività di Marta Lonzi e da qui la suddivisione del materiale in due grandi sezioni relative ai soggetti produttori Carla e Marta. Nell'aprile 2018 Battista Lena consegnata alla Galleria una seconda tranche del fondo, relativo alle carte conservate presso la propria abitazione di Roma e nel dicembre dello stesso anno è pervenuta una terza tranche di materiale iconografico relativo alla stesura della tesi di laurea, oltre ai dattiloscritti originali, acefali, della monografia Taci anzi parla che l'editore Et al. ha utilizzato per la sua pubblicazione (Carla Lonzi, Taci, anzi parla. Diario di una femminista, postfazione di Annarosa Buttarelli, Et al., Milano 2010). Nel febbraio 2019 Battista Lena versava ulteriore materiale dell'archivio relativo al primo periodo di formazione di Carla Lonzi e proveniente dall'abitazione di Vittorio Lonzi, fratello di Carla. Il materiale era conservato in una scatola di cartone dell'azienda di Agostino Lonzi Virtus con stampa "Virtus tre assi". La Virtus, azienda del padre di Carla e Marta, produceva forni di uso domestico da applicare sopra fornelli a carbone, a gas o piastre elettriche. A fine luglio 2019 sono stati consegnati, sempre da Battista Lena, altri 4 scatole dalla dimensioni 22,5 x 16 x 29,5 (h) cm circa e 1 scatolone, contenenti 200 libri circa.
  • Modalità di acquisizione
  • Il fondo, di proprietà del dott. Battista Lena, è affidato in custodia temporanea alla Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea di Roma (MIBACT-GAN-AMC Rep. Convenzioni Italia 13/09/2017 n. 21).
  • Contenuto
  • L'archivio raccoglie i documenti prodotti e conservati da Carla Lonzi durante la sua vita e la sua attività professionale. In particolare la documentazione testimonia la vita familiare e privata, i rapporti amicali e professionali, la sua formazione, il suo impegno per Rivolta femminile e il femminismo. Si conservano dunque carteggi, materiale iconografico, fotografie e diapositive, vhs, audiocassette, dattiloscritti, appunti manoscritti, depliant, inviti, oltre a cataloghi e materiale bibliografico.
    La parte afferente a Marta Lonzi consta di rielaborazioni o trascrizioni di testi di Carla Lonzi e di sue corrispondenze, di documentazione relativa al lavoro di Marta Lonzi per Rivolta femminile, di corrispondenza e sua documentazione professionale.
    Si conserva anche una parte di materiale bibliografico.
  • Ordinamento e struttura
  • La prima azione eseguita nei confronti dei documenti è stata quella di rimuoverli dalle scatole ed è stata effettuata una preliminare analisi della documentazione suddividendola in macrocategorie, che ha permesso successivamente di iniziarne la lavorazione in maniera sistematica e con metodo. Le carte sono state esaminate ed inserite fisicamente in fascicoli provvisori per avere una concezione d'insieme del fondo. Si è cercato il più possibile di non creare fascicoli suddivisi per tipologia documentaria ma di rendere evidenti le attività, gli interessi e la storia stessa del soggetto produttore al fine di mantenere visibile il vincolo naturale del susseguirsi delle carte nel tempo. I fascicoli sono dunque stati aggregati fra loro al fine di costituire le serie e le sottoserie, ossia la gerarchia della unità archiviste. Con il secondo versamento del corpus documentale, da parte di Battista Lena (aprile 2018), si è operata un'accurata visione, anche insieme alla prof.ssa Buttarelli, della documentazione, la quale è stata suddivisa per raggruppamenti logici. Laddove possibile, le carte così raggruppate sono state inserite congruamente nei fascicoli già presenti ed oggetto della prima fase del lavoro di ordinamento; ove necessario, la struttura è stata invece integrata con le nuove acquisizioni riplasmando e rimettendo in discussione l'alberatura. Questo ha comportato una modifica ed uno spostamento logico di alcuni documenti, per una più precisa aderenza alla comprensibilità del fondo. Da qui ne è scaturita anche una relativa movimentazione fisica delle carte con il conseguente riposizionamento dei fascicoli nei faldoni, che, chiaramente, sono accresciuti di numero. Al fine di mantenere traccia della differente provenienza del patrimonio di Battista Lena, la documentazione conservata a Roma è stata identificata mediante una piccola R (R[oma]) apposta sull'angolo in basso a destra delle camicie o dei fascicoli. Il fondo risulta dunque condizionato ad esclusione dei documenti fuori formato. Un ulteriore versamento dell'archivio da parte del figlio ha riguardato materiale iconografico relativo alla stesura della tesi di laurea, oltre ai dattiloscritti originali, acefali, della monografia Taci anzi parla. È stato quindi inserito nella specifica unità archivistica della Serie 2 Formazione, il nuovo materiale iconografico, aggiornando congruamente i dati. Infine con l'arrivo in Galleria dell'ultima parte dell'archivio, nel febbraio 2019, si è avviata l'ultima fase di riordino e inventariazione. Le carte afferivano al periodo della formazione di Carla Lonzi e al primo periodo della sua attività professionale. Molta la corrispondenza pervenuta sia a livello familiare che professionale, oltre ad appunti di studio e di ricerca. La struttura dell'archivio non ha subito alcuna modifica durante la lavorazione di quest'ultima documentazione, ma molte delle unità archivistiche esistenti sono cresciute di consistenza e, soprattutto per la corrispondenza, ne sono state create delle nuove. La seconda sezione del fondo, quello relativo a Marta Lonzi, è stata oggetto di un'accurata analisi tanto da riuscire a delineare il naturale vincolo di legame dei documenti. Dopo la morte di Carla, infatti, Jaqueline Vodoz ha collezionato la sua produzione scritta, effettuandone la trascrizione e la rielaborazione. Ha dunque improntato una prima organizzazione degli scritti. La stessa Jacqueline, su richiesta di Marta, ha inviato il materiale alla sorella di Carla la quale, dopo avere elaborato al computer gli elenchi della Vodoz, ha suddiviso la documentazione per tipologia documentaria. In parte tale documentazione è pervenuta già fascicolata: in questo caso sono state mantenute le disposizioni per rendere testimonianza del lavoro effettuato. Il lavoro di ordinamento ha quindi riguardato parte di questo materiale che non era più in ordine e per il quale si è potuto risalire all'ordinamento originale grazie proprio alle segnature della Vodoz. Il restante corpus documentale della sezione II è stato ordinato e schedato in base alla tipologia e al contenuto delle carte sia in base all'attività di Marta Lonzi. Sono stati dunque separati i documenti fuori consultazione relativi al materiale interdetto all'accesso secondo la normativa vigente. Va notato, in ogni caso, che il fondo tout court si presenta con particolari caratteristiche in quanto ciò che appartiene alla sfera privata, specialmente quando ci avviciniamo al femminismo, diventa ambito professionale portando allo slittamento di questi due piani uno sull'altro. Il fondo si articola in: Sezione I: Carla Lonzi - Serie 1: Documentazione privata sottoserie 1: Gestione personale sottoserie 2: Famiglia sottoserie 3: Vita privata sottoserie 4: Rapporti amicali sottoserie 5: Vacanze e viaggi - Serie 2: Formazione sottoserie 1: Scolastica sottoserie 2: Universitaria sottoserie 3: Rapporto con Marisa Volpi - Serie 3: Attività professionale sottoserie 1: Attività derivante dal lavoro di tesi sottoserie 2: Studi e ricerche sottoserie 3: Rapporti professionali sottoserie 4: Produzione scritta - Serie 4: Rivolta femminile e femminismo sottoserie 1: Rapporti epistolari sottoserie 2: Approfondimenti sottoserie 3: Produzione scritta e orale sottoserie 4: Rivolta femminile sottoserie 5: Rassegna stampa Sezione II: Marta Lonzi - Serie 1: Carla Lonzi sottoserie 1: Trascrizioni sottoserie 2: Monografie pubblicate da Rivolta femminile sottoserie 3: Attività su Carla Lonzi - Serie 2: Rivolta femminile - Serie 3: Corrispondenza - Serie 4: Documentazione professionale Sezione III: Biblioteca.
  • Strumenti archivistici
  • Inventario a cura di Marta Cardillo e con la collaborazione di Lucia R. Petese, Roma, 2019: nello specifico il lavoro è stato iniziato e avviato dalla dott.ssa Cardillo (dicembre 2017 - marzo 2019), poi proseguito dalla dott.ssa Petese (marzo-luglio 2019).
  • Bibliografia
  • Bibliografia orientativa su Carla Lonzi in ordine cronologico decrescente: - La clitoride negata: riflessioni del gruppo di lettura sugli scritti di Carla Lanzi, Milano, Edizioni Libera università delle donne, Ledizioni, 2018 - Carla Lonzi: un'arte della vita / Giovanna Zapperi, Roma, DeriveApprodi, 2017 - Carla Lonzi ed io: l'arcangelo Gabriele + 5 collage + 1 / Marzia Galardini Cavoli, Firenze, Libreria delle Donne, 2016 - Un margine che sfugge: Carla Lonzi e l'arte in Italia 1955-1970 / Laura Iamurri, Macerata, Quodlibet, 2016 - Con Carla Lonzi: la mia vita è la mia opera / Maria Luisa Boccia, Roma, Ediesse, 2014 - Carla Lonzi: nell'autenticità di se stessa riflessa nell'altra / Anna Scattigno, pp. 301-316, in Di generazione in generazione: le italiane dall'Unità a oggi / a cura di Maria Teresa Mori ... [et al.], Roma, Viella, 2014 - L'estrema critica di Carla Lonzi: 1968-1978 / Vanessa Martini, in Il gesto femminista: la rivolta delle donne: nel corpo, nel lavoro, nell'arte / Paola Agosti ... [et al.], a cura di Ilaria Bussoni e Raffaella Perna, Roma, DeriveApprodi, 2014 - Carla Lonzi: la duplice radicalità: dalla critica militante al femminismo di Rivolta / a cura di Lara Conte, Vinzia Fiorino, Vanessa Martini, Pisa, ETS, 2011 - Ti darei un bacio: Carla Lonzi, il pensiero dell'esperienza, a cura di Marinella Antonelli e Stefania Calzolari, Mantova, Tipografia commerciale cooperativa, 2011 - Colloquio con Liliana Cavani: Il mio San Francesco: riflessioni su cinema e storia. Scritti su I. Kant, F. Nietzsche, E. Husserl, M. Zambrano, M. Foucault. Il pensiero femminile e Carla Lonzi, Lecce, Manni, 2007 - Il femminismo, avanguardia filosofica di fine secolo. Carla Lonzi / Franco Restaino in Aa. Vv., Le avanguardie filosofiche in Italia nel XX secolo, Milano, Franco Angeli, 2002 - Alle origini del femminismo diffuso: Carla Lonzi e il gruppo di rivolta femminile, tesi di laurea in Storia contemporanea / presentata da: Franca Carzedda, relatore Alberto Preti, correlatrice Elda Guerra, [S. l., s. n.], 2001-2002 - Alzare il cielo: ritratto di Carla Lonzi / regia di Gianna Mazzini; su progetto di Loredana Rotondo per vuoti di memoria, Roma, Rai educational, 2002 - L' attività di Carla Lonzi a Torino: un esempio di critica "alternativa" nella cultura artistica degli anni sessanta / Elena Menegatti; relatore Piergiorgio Dragone, tesi di laurea, Torino, Università degli studi, 1999 - Scrittura politica e scrittura mistica in Carla Lonzi, tesi di laurea di Debora Spadaccini, relatrice Luisa Muraro, a.a. 1997 - 1998 - L'io in rivolta: vissuto e pensiero di Carla Lonzi / Maria Luisa Boccia, Milano, La tartaruga, 1990 - Vita di Carla Lonzi / Marta Lonzi, Anna Jaquinta, Milano, Scritti di Rivolta Femminile, 1990.