Giulio Aristide Sartorio a Pietro Giorgi
  • Livello
  • unità documentaria
  • Numero definitivo
  • 7
  • Tipologia
  • lettera
  • Data
  • [1884]
  • Autore
  • Sartorio Giulio Aristide
  • Destinatario persona
  • Giorgi Pietro
  • Consistenza
  • cc.: 2 , pagg.: 4
  • Descrizione
  • Descrizione lettera manoscritta di un foglio su 4 facciate di 27x20,9 cm su carta vergata avorio, con inchiostro nero e schizzi, busta Busta (14,5x11) Scritta sul retro ad inchiostro nero “Sig. Pietro Giorgi / SGM.”
  • Stato di conservazione
  • discreto
  • Contenuto
  • Ha passato tutta la mattinata di venerdì a letto. Temeva che Fausto non potesse riscuotere i soldi. E' andato a far visita a Brayce. Accenna a una bella foto di Sarah Bernard.
  • Lingua
  • italiana
  • Note
  • Trascrizione 1 facciata (Dicevo comp /) / Venerdì mattina a / letto. / Ricevo la sveglia dal portalettere / che mi reca la lettera di voi cosa / gradita sotto tutti i punti di vista. / Questi giorni quasi quasi pensavo / che Fausto non potesse riscuotere [ambito] / ecc.ecc. e vedeva lo spettro dun / fallimento a Parigi… / La salute d'oggi e la migliore / che abbia (ha /) goduto nella mia vita e credo / che quella piccola sciocchezza dipende / più dal cambiamento di clima / che dagli effetti dell'alta scuola parigina / come dice l'amico…/…Mi dice che parlate di me allo studio / ed io in ricambio non passo un giorno / che non pensi a voi. Nella camera, / qui dove mi trovo e dove ci sono le fotografie acquistate vedo quelle / che dovranno piacere a Giorgi, quelli che / a Fausto e quelle che a nessuno dei/ due e piaceranno a me / numero tre / 2 facciata della compagnia. / Fausto mi scrive poi nota / melanconica? / Bisogna correggere = Allegra = / E se vi dicessi che anche qui ha avuta / la nota = Amusant = ? / Figuratemi per esempio che Gamberoni / mi scrivesse… non vi mando / denari come eravamo concertati perché / voglio che ritorniate prima della fine / del mese… e perché io non ho intenzio- / ne di pagare che il = viaggio su e giù = / ed al quale rispondo subito che quando / vado in un posto mi trattengo quanto / credo che sia necessario e che i suoi denari / li tenga che non accetto che nessuno mi / paghi niente e che il viaggio anderà / a conto delle decorazioni. = Questo è / Amusant = A Roma vedremo e se vuole, / eseguire il nuovo progetto… / Però non gliene faccia parola perché / è una questione che voglio risolvere / direttamente senza strepito e lo scrivo / perché ho l'abitudine di rivoltarmi / 3 facciata del tutto, scrivendo a voi e vuotarmi / anche a rischio di meritarmi le / vostre critiche. / Oggi farò visita a Brayce / e non so se dirgli niente della / diminuzione che ha imposto, credo, / che in un 'equivoco, un malinteso / fin dai primi giorni e a tornarci temerei / di fare una figura infelice. / Terrò con gelosa cura l'autografo / di Pietro che come dice Troili saranno rari / dopo la sua morte. Quando / gli dissi che avevo ricevuto la prima / lettera e gliela feci vedere = egli lesse = / Caro Aristide = Non mi resta che salutarti = / Per Bacco = disse = la fatica più grossa! / Vostro / GA Sartorio / Una cosa: sono passati tanti giorni ho pensato / tante cose che non mi rammento più con distinzione / come sono arrivato fino ad oggi. Tornando / 4 facciata a Roma rileggerò con / piacere questi scartafacci. Questa lettera / è la 2°. / Ho deciso di alzarmi quantunque / vari membri protestino. Però sto ancora / in letto = Nel cassetto intravedo una / fotografia di Sarah Bernard / che piacerà a tutti e tre. / E' una cosa gentilissima / Qui poi ce ne sarebbero / da acquistarne delle / splendide ma mi / limito perché non / si può mai sapere / Quando tornerò a Roma / penso di fare qualche / bella mezza figura; e mi / rammento con piacere quelle / di Ernandez anche qui. Adesso poi mi …alzerò…/ Intanto farò l'indirizzo.
  • Immagini