Giulio Aristide Sartorio a Pietro Giorgi
  • Livello
  • unità documentaria
  • Numero definitivo
  • 20
  • Tipologia
  • lettera
  • Data
  • [6][maggio][1884]
  • Autore
  • Sartorio Giulio Aristide
  • Destinatario persona
  • Giorgi Pietro
  • Consistenza
  • cc.: 1 , pagg.: 4
  • Descrizione
  • Descrizione lettera manoscritta di un foglio su 4 facciate di 27x20,9 cm su carta vergata avorio, con inchiostro nero. Il foglio è danneggiato risulta tagliato in quattro parti lungo le piegature. 1, 2, 3, 4, facciata inchiostro nero.
  • Stato di conservazione
  • mediocre
  • Contenuto
  • E' andato a pranzo da Brayce. Con lui e' tornato (per la terza volta) al Salon Brayce gli ha presentato Stewart, un buon collezionista. Commenta la sua quadreria lodando Michetti e la Beccarla di Fortuny.
  • Lingua
  • Italiana
  • Note
  • Trascrizione: 17 1° facciata A mezzogiorno vado da Brayce / accoglienza graziosa la signora / veste d'amazzone. Vede gli schizzi che / ho fatti che gli piacciono. Vogliono / (poi) [..] del quadretto due acquerelli / va bene,….va bene,… / Sono gentilissimi e mi dicono d'inviargli / in America qualche quadretto che me lo / venderanno bene ai loro amici…povera / gente hanno buon cuore, e gli sono affezionato e riconoscente / Hanno i biglietti per il salone / e mi pregano d'accompagnarli…rivedere / il salone è per me l'inferno / non posso assolutamente riconoscere / la superiorità di quest'arte / sarebbe un delitto contro natura. / C'è del buono c'è del merito ma / non c'è quello che ci beviamo / in Italia che nà di grande…/ Merita da studiare pezzo per / 17 2° facciata pezzo tutta quella pittura ma / però non c'è talento. Regnault / e Delocroiz e Corbert sono / morti in Francia e morti / nella pittura che fanno. / Quando usciamo facciamo una bella passeggiata in [ ] / e poi Brayce mi porta e mi presenta a Stuart che / è felice possessore d'una gran / parte di quadri di Fortuny / […] il talento. / La beccheria è uno di quei / quadri che saranno sempre / qualche cosa di superiore / è modellato con una robustezza / quasi [cara] di colore e nel / centro uno schiaffo di / sangue rosso che e un / 17 3° facciata gioiello. In fondo la / porta verde [stonata]. Quest'arte / mi commuove che piangerei / C'è la porta di giustizia dell'/ Alambra tutta intonazione bianca / e verde….che amore!! / Lo smeraldo delle maioliche si stende / in circolo intorno alla vasca / e in fondo all'altezza d'uomo le / pareti ne sono rivestite. / L'archi hanno un riflesso che sa / di verde nel fondino del giardino / ride il sole sulle foglie verdi. / C'è la scelta della modella che / è più commerciale… ma / quel nudo rosa con fondo rosa / che delizia di pittura!!! / C'è la testa del Moro…/ 17 4° facciata c'è la testa d'una morta / tutta gialla ci sono 5 o 6 / studi all'aria aperta c'è / il quadretto del pranzo, / dei Lanzichenecchi c'è / un ritrattino di Messonier / in costume = / Nell'altre sale Stuart ha / molti altri quadri ma Madrazzo / mi ripugna Ribera è un / biacche Rico è imitatore solamente / Nella strada a Brindisi di De / Nittis c'è una mente d'artista / risplendente = Bollini ha 7 quadretti i parigi splendidi / Un' Alma Tadema e passabile bello / no! (Almeno per me) Michetti / è sempre il bel pittore.
  • Immagini