"**Innocenti Camillo (pittore)"
  • Livello
  • unità archivistica
  • Numero definitivo
  • 979
  • Data
  • 20 giugno 1891 - 16 giugno 1960
  • Soggetto produttore
  • Ojetti Ugo
  • Consistenza
  • docc.: 123
  • Descrizione
  • lettere, telegrammi, cartoline, biglietti, cartoline postali, buste, biglietti da visita, fotografie, acquerello, disegno a matita, programma mostre
  • Contenuto
  • Corrispondenza amicale riguardante la vita artistica del pittore, varie esposizioni, collaborazioni di lavoro e vendita di opere; parecchie lettere sono senza data, molte da Roma, S. Basilio 13. Spesso l'artista invita Ojetti a passare al suo studio in via Ripetta per mostrargli i suoi lavori e chiedergli consigli; in varie lettere il pittore nomina l'editore Astro Prosdocimi, in relazione alla prefazione richiesta ad Ojetti per una pubblicazione sull'opera di Innocenti (1891); in una lettera (s.d.) parla di un incontro con D'Annunzio e Michetti: "...Torno ora da Pescara dove sono stato riempito di gentilezze da D'Annunzio e da Michetti. D'Annunzio reduce dalla Grecia...di D'Annunzio sono veramente innamorato...Che bella vittoria che abbiamo avuto col premio dato a Michetti..."; lettera (s.d.) in cui scrive di aver avuto un invito dal Kunstverein di Stuttgart a cui ha inviato venti suoi lavori; lettera (s.d) in cui chiede informazioni circa la mostra del Chini in via de' Martelli, a cui ha dato dipinti, disegni e litografie e di cui ha sentito voci poco rassicuranti; lettera (datata solo lunedì mattina) in cui informa Ojetti di aver accettato la proposta di Fradeletto riguardo l'acquisto della sua opera "Rossetto" da destinarsi alla Galleria di Venezia. Aggiunge però che ora vorrebbe proporre un cambio: [...]"Rossetto" per 1100 potrebbe essere acquistato da T. de Marinis e con la stessa somma col quale è stato comperato già "Il Rossetto" prendere un'altro dei miei quadri per la Galleria, trattandosi della Galleria di Venezia io sono pronto a cedergli qualunque quadro, meno le "Villeggianti" e chiede ad Ojetti di intercedere per lui presso Fradeletto; lettera (s.d) con la quale invita il critico ad un incontro con Ettore Ferrari che " dopo lunghe ricerche" ha "pescato [...] mentre stava per montare sopra un omnibus"; nella lettera datata 27 novembre 1902 parla di Stefani riguardo a degli acquisti di alcune sue opere da lui fatti a Venezia, chiedendo ad Ojetti di scrivergli anche riguardo a Pio Collivadino; cenni e pareri riguardo al monumento a Vittorio Emanuele II; lettera datata 14 marzo 1907 dove in maniera molto scherzosa, annuncia la spedizione del suo quadro "La dama dal cagnolino" ad Ojetti a via dei Della Robbia a Firenze; partecipazione di matrimonio con Ida Cittadini (29 aprile 1908); nella lettera datata 6 febbraio 1909 gli annuncia la spedizione di un dipinto di Mancini; lettera datata 12 aprile 1909 da Venezia con l'elenco dei quadri collocati nella Sala; in una cartolina cita Primo Levi (19 giugno 1909); corrispondenza riguardante l'Esposizione internazionale del 1911, il suo lavoro al Comitato e la scelta degli artisti (lettera datata 22 novembre 1910); cita più volte Giovenale; lettera datata 14 marzo 1913 riguardante una sua esposizione a Parigi alla Gallerie Bernheim - Jeune (presente nel sottofascicolo 3 il pieghevole della Mostra (non completo); varie cartoline rappresentanti opere dell'Innocenti e dell'Esposizione etnografica del 1911; varia corrispondenza dal Cairo dove Innocenti vive da dieci anni ed è direttore della Scuola Superiore di Belle Arti, le lettere sono datate dal 1934 al 1937 e riguardano il posto vacante di pittura nella classe Arti all'Accademia d'Italia, che andrà al Casciaro (lettera datata 28 aprile 1937); lettere del 1959-1960 a Fernanda Ojetti da Innocenti ormai novantenne;
    Si segnalano 3 foto ritratto di Camillo Innocenti: (b/n cm 13,5x8,3 con scritta laterale:"mi riconosci?"; altra b/n 9,8x13.7; fotografia b/n ovale 13,5x17,8, incollata su cartoncino cm 21x25,5, con dedica: "Al caro Ugo con tutto l'affetto Camillo"); schizzo a matita del 1907, raffigurante una mietitrice con firma autografa; acquarello e china su cartoncino (cm 15,5x9,2) raffigurante una bambola, con firma autografa.
  • Sottounità
  • 1. Corrispondenza di Camillo Innocenti 2. Altri corrispondenti (Emma Innocenti, Astro Prosdocimi) 3. Documentazione varia
  • Unità di conservazione
    • tipo / valore Cassetta 40 ins. 19
    • Collocazione deposito fondi storici
  • Immagini