"XVII Esposizione Biennale Internazionale d'Arte"
  • Livello
  • unità archivistica
  • Numero definitivo
  • 7
  • Data
  • 5 gennaio 1929 - 15 dicembre 1930
  • Consistenza
  • docc.: 1106
  • Descrizione
  • lettere, biglietti, biglietti da visita, cartoline postali, telegrammi, ritagli di giornale, relazione, pianta, documenti dattiloscritti
  • Contenuto
  • Documentazione riguardante la partecipazione di numerosi artisti alla Biennale del 1930, le modalità di partecipazione, la lista dei raccomandati, la rinuncia di Ugo Ojetti di organizzare la sezione della mostra relativa alla scultura dell'800 e la decisione di Maraini di occuparsi della sezione intitolata "Mostra del Bianco e Nero dell'800". Nella cartella 84 e 85 Maraini ha diviso la corrispondenza in ordine alfabetico dalla lettera A alla Z. Nella cartella 86 è contenuta una ricca corrispondenza riguardante la scuola di Parigi e il caso De Chirico, il quale non espone alla Biennale del 1930. Il fascicolo "XVII Biennale: 1930 Varie" contiene lettere riguardanti: raccomandazioni, dispute, la presenza di artisti alla Biennale, organizzazione e artisti da invitare, la presenza di personalità all'inaugurazione, la mostra d'arte sacra, la stampa del catalogo della Biennale e l'invio a personalità varie, le congratulazioni a Maraini, l'acquisto di opere, articoli sulla Biennale, la necessità di realizzare uno studio critico sull'arte italiana, l'invio della rivista "Le Tre Venezie", la proposta di ampliare la Biennale del 1932 attraverso l'organizzazione di una sezione di architettura, una relazione di Maraini sulla "Mostra dell'orafo", il premio per la migliore critica sulla Biennale, un articolo di Maraini sui premi della Biennale. Si segnala che la lettera di A. Soffici del 26 febbraio 1930, contenuta nella Sottounità 14, riguarda la rinuncia dell'artista a esporre alla Biennale. Nella Sottounità 19 si conservano: una lettera di M. Tozzi del 25 marzo 1930, in cui si accenna alla possibilità di far esporre Picasso e Derain; un telegramma di Waldemar George del 26 marzo [1930], con il quale si richiede ad A. Maraini la garanzia di far esporre De Chirico e Savinio; diverse lettere di M. Tozzi relative al caso De Chirico e Waldemar George; una lettera di E. Prampolini del 22 aprile 1930, riguardante l'intervista a De Chirico e con la quale Prampolini cerca di favorire la partecipazione di De Chirico alla Biennale dopo le polemiche di fine 1927 causate dall'intervista rilasciata da De Chirico a Piere de Lagarde per la rivista "Comoedia".
  • Sottounità
  • Cartella 84: 1) "Varie XVII Biennale" 2) "A" 3) "B" 4) "C" 5) "XVII.a - 1930 Raccomandazioni" Cartella 85: 6) "D-E" 7) "F" 8) "G-K" 9) "L" 10) "M" 11) "N-O" 12) "P-Q" 13) "R" 14) "S" 15) "T-U" 16) "V-W" 17) "Z" Cartella 86: 18) "Progetti e proposte di mostre retrospettive" 19) "XVII. Biennale: 1930 Sala Appels d'Italie" 20) "XVII. Biennale: 1930 Varie" 21) "Sala pensionati stranieri" 22) "Sala movimento futurista"
  • Unità di conservazione
    • tipo / valore cartella
    • da a 84 - 86
    • Collocazione deposito Archivio Storico
    • Stato di conservazione mediocre