"1927"
  • Livello
  • unità archivistica
  • Numero definitivo
  • 20
  • Data
  • 02 gennaio 1927 - 31 dicembre 1927
  • Soggetto produttore
  • Bragaglia Anton Giulio
  • Consistenza
  • docc.: 181 , cc.: 211
  • Descrizione
  • 9 minute; 1 bigliettino da visita; 62 lettere manoscritte, 2 buste; 1 nota manoscritta; 1 telegramma dattiloscritto incompleto; 11 cartoline postali manoscritte; 4 cartoline illustrate manoscritte; 64 lettere dattiloscritte, 1 busta; 2 cartoline postali dattiloscritte; 5 biglietti manoscritti; 1 appunto manoscritto; 2 biglietti postali manoscritti; 1 verbale dattiloscritto; 1 verbale manoscritto; 1 nota dattiloscritta; 2 ricevute manoscritte; 4 distinte di pagamento, 1 busta; 4 telegramma dattiloscritti; 1 memorandum dattiloscritto; 1 promemoria dattiloscritto
  • Contenuto
  • Carteggi probabilmente del 1927, ma privi di anno e/o incompleti, di: Mimi Zoff, Fillìa del Gruppo di Torino del Movimento futurista italiano e di Edizioni sindacati artistici (4 lettere).
    Minute di Anton Giulio Bragaglia a una signora non identificata e a Fillìa.
    Nota di rassegna stampa sulla mostra dei pittori futuristi piemontesi tenuta alla Casa d'arte Bragaglia che riporta i giudizi sui diversi artisti, pubblicati da «L'Impero», senza nome ma la calligrafia è di Fillìa.
    Parte di telegramma di Lulu Gould.

    Carteggi completi di anno di riferimento di: Pippo Rizzo (5 lettere, 1 cartolina), Michele Cascella (5 lettere, 1 cartolina), Fillìa (2 cartoline, 3 lettere), Giorgio Berlutti di Libreria del Littorio, Cesare Giardini di Alpes casa editrice (3 lettere), Vergani del «Corriere della sera» (2 lettere, 1 biglietto), Casa editrice Barbèra, L. Spada [...] delle Antichità e belle arti del Comune di Roma, Zappia, O. Aillano della Società italiana del teatro drammatico (2 lettere) e Enrico Raggio della Società italiana del teatro drammatico (4 lettere), Vito Losacco di «Mens Italica» (3 lettere), La Voce società anonima editrice, Calogero Tumminelli di Fratelli Treves editori, Silvio D'Amico, Mario Bellott (2 lettere, 1 cartolina), Jean-Richard Bloch, Franco Campitelli Editore Foligno (2 lettere), Edoardo Nulli della Società anonima E. Nulli & C. (4 lettere, 1 cartolina, 1 telegramma), Marcel Ballot (2 lettere), Simon Gantillon, Maria Laetitia Celli (2 lettere, 1 biglietto), Umberto Fracchia, Nicolai della Società anonima A. Re Riccardi (3 lettere), Alessandro Varaldo della Società italiana degli autori e Guido Rossi della Società italiana degli autori, Nicolas Evréinoff, Bernard Zimmer, Giuseppe Ravegnani, Francesco Lanza, Umberto Frugiuele di L'Eco della Stampa (3 lettere), Giovanni Mari, Gabriel Boissy di «Comoedia», G. Castellino de «Il Giornale d'Italia», Sandro Sandri (2 lettere), D. Duchartre delle editions Duchartre & van Buggenhout (2 lettere), Gino Scarpa (3 lettere, 1 cartolina), Piero Preda (3 lettere), Dardo Battaglini della Casa d'arte Ariel, Achille Campanile (2 lettere), Giovanni Capasso, Mario Musella (2 lettere, 2 cartoline), Lulu Gould (2 biglietti, 4 lettere), Alfredo Viale per conto di Alberto Spaini, Guglielmo Danzi a Guido Keller (lettera allegata), Guido Keller (3 lettere), Titomanlio Manzella, Ugo Farulli direttore artistico della Compagnia drammatica del teatro moderno, il presidente del Circolo del teatro di Milano (2 lettere), Berto Gandini, «Giornale di Sicilia» (2 distinte di pagamento), Ettore Cozzani di «L'Eroica», Roberto Rossi di «1919!» rassegna mensile illustrata della vecchia guardia fascista, Clara Bartolomei direttore di «Il Carosello», Filippo De Pisis, Olindo Malagodi, Andrea De Pino, Gastone Gorrieri direttore di «L'Ambrosiano» (1 lettera) e segreteria di redazione di «L'Ambrosiano» (1 distinta di pagamento), Filippo Caffarelli, Nino Sorgenti, Carlo Scarfoglio di «Il Mattino», Lucio Ridenti e Pitigrilli (pseudonimo di Dino Segre), Arrigo Cajumi, amministrazione di «La Tribuna», il capo di gabinetto del Ministro dell'Interno, Leo Longanesi, P.V. Sampieri (2 lettere), Francesca Szyeman (2 lettere), René Benjamin, Nino Frank, Armando Bonamano, Leone Vivante, Alberto Bragaglia (1 lettera, 1 cartolina), Gian Capo, Guido Salvini, incaricato d'affari della Legazione di Polonia a Roma, [Lanier-Vicalx], Ramon Del Valle Inclan, M. Massa della segreteria generale dei Fasci italiani all'estero, Chellini, Paul Demasy, il direttore amministrativo di «Il Popolo d'Italia», Osvaldo Gibertini di «La Tribuna», Libreria Modernissima di Roma, Alessandro De Stefani, F. Casavola direttore di «Modernità», il segretario politico del Gruppo universitario fascista romano del PNF, Valentino Bompiani, "La Compagnia degli illusi" associazione napoletana d'arte, Hans Feist, Astrid Ahnfelt.

    Minuta di Bragaglia a Vergani e appunto.
    Minute di Bragaglia a: Franco Campitelli Editore, Sandro Sandri con nota allegata, editore Barbèra, Scarpa, un avvocato non identificato, Gorrieri, Rossoni, Castellino, Gibertini.
    Cartoline indirizzate a Giuseppina Bragaglia di Clara e Raimondo Gasbarra e di Maria Felici.
    Verbali di scontro e di avvenuto scontro su carta intestata «Il Tevere» a firma di Massimo Bontempelli, Alberto Spaini, Mauro Ittar e Goffredo Ginocchio.
    Promemoria sul Teatro Poleski di Varsavia allegato alla lettera di Francesca Szyeman.

    Argomenti trattati: questioni editoriali, rapporti amicali, questioni artistiche relative alla Casa d'arte Bragaglia, rapporti di collaborazione.
  • Unità di conservazione
    • tipo / valore Faldone 2
    • Collocazione deposito fondi storici
    • Stato di conservazione discreto
  • Immagini